Archive for febbraio, 2010

Installare arduino Ide (ubuntu/mint)

28 febbraio 2010

Scarica arduino e mettilo da qualche parte (ad es in home). Installa questi pacchetti:

sudo apt-get install sun-java6-jre sun-java6-bin sun-java6-jdk
sun-java6-fonts sun-java6-plugin gcc-avr avr-libc

Disinstalla il supporto braille (va in conflitto con la ide di arduino):

sudo apt-get remove brltty

Configura java. Quello di Gnu non supporta arduino, dobbiamo sceglierne un altro. Dai:

sudo update-alternatives --config java

E tra le alternative presentate scegli ‘java-6-sun’.

Ora puoi lanciare la ide andando nella cartella e lanciando “./arduino”. Puoi anche creare un lanciatore, scrivendo nel campo comando:

bash -c "cd /home/tuo-user-name/arduino-0018/; ./arduino"

(ovviamente il percorso deve essere quello dove hai messo effettivamente arduino ide).
Qui puoi anche scaricare una icona in png da usare per il lanciatore.

Riferimento: codetorment.com

Annunci

Webcam e msn su mint

13 febbraio 2010

Per assicurarti che la webcam funzioni con i driver v4l2 innanzitutto devi verificare che venga riconosciuta (da terminale dai lsusb e vedi se c’è), poi scaricare e avviare Cheese (è nei repo di mint/ubuntu), un programmino per registrare video e scattare foto da webcam che funziona con quei driver. Se riesci a vedere l’immagine ok, altrimenti… non lo so, finora tutte e quattro le webcam che ho provato erano riconosciute e funzionanti!

Alcuni programmi non sono compatibili con i v4l2 (ad esempio skype e camorama), perciò bisogna lanciarli con un piccolo acheraggio, ossia col comando:

LD_PRELOAD=/usr/lib/libv4l/v4l1compat.so nomeprogramma

Dove nomeprogramma è ovviamente il programma da lanciare (es: “skype” per skype, appunto). Per comodità potete inserire la stringa in un file di testo eseguibile, oppure creare un lanciatore apposito.

Per videochattare via msn conviene usare Amsn, compatibile con i driver v4l2. Ne ho provati un po’:

Emesene non funziona (prima chiede una libreria mancante e poi, una volta installata, la webcam no funziona e punto)

Pidgin non supporta ancora la webcam per il protocollo msn. Esiste però il servizio fonomo, per effettuare videochiamate via web (quindi senza preoccuparsi del protocollo o del software da usare!). Sul sito è presente un plugin per creare una sessione di videoconferenza con un click direttamente da pidgin. Qui le istruzioni per installarlo

– in Amsn cercate di cambiare le impostazioni della webcam (tipo luminosità o contrasto) e vedete che non cambia nulla, non vi preoccupate, le modifiche che apportate non vengono applicate in tempo reale, ma se le accettate hanno effetto. Quindi non vi resta che aggiustare l’immagine un po’ a naso, salvare, vedere com’è e eventualmente ri-aggiustarla. Non è il massimo, ma in un paio di tentativi dovreste riuscire a sistemarla.

Mercury ha il supporto per la webcam su msn. Si può scaricare un pacchetto deb dal sito del progetto (che però una volta installato non aggiunge la voce al menù delle applicazioni. Basta creare a mano un lanciatore col comando “mercury”). Richiede che ci siano alcuni file riguardanti java runtime environment nella cartella di mercury, quindi bisogna copiarceli se non ci sono. In particolare io ho dovuto copiare un file così: sudo cp /usr/share/mercury/jni/jmf/libjmutil.so /usr/lib/jvm/java-6-sun-1.6.0.15/jre/lib/i386/libjmutil.so (attenzione alla versione del vostro jre, che potrebbe rendere diverso il nome della cartella). Comunque, la webcam non viene riconosciuta. Ho provato a riavviare usando il preload di v4l1compat.so, ma niente.

In ultimo, potrebbe tornare utile un piccolo programma per correggere l’immagine della webcam, si chiama v4l2ucp, si scarica dai repo di mint/ubuntu e si lancia da terminale. Attenzione, sembra proprio che quando si fa la configurazione della cam in Amsn, quest’ultimo sovrascriva i settaggi di V4l2ucp.

Controllo remoto del desktop

13 febbraio 2010

(articolo incompleto)

Riferimenti:
http://steven3k.wordpress.com/2007/08/13/abilitare-il-wake-on-lan-su-ubuntu/

1) Configurare il Wake On Lan da remoto (in presenza di un router)

a) Impostazioni nel bios del pc da risvegliare
b) Attivare il WOL in mint/ubuntu
c) Router e port forwarding
d) Programmi per attuare il wake on lan (mint e win)

2) Configurare il controllo remoto
a)  Impostazioni sul pc da controllare
b) Router e port forwarding
c) Connettersi dal computer controllore (mint e win)

3) Soluzioni al problema dell’ip dinamico del router
a) Il servizio Dydns
b) Impostazioni sul router

1. Configurare il Wake On Lan da remoto (in presenza di un router)

1.a Impostazioni nel bios del pc da risvegliare

All’avvio, vai nel bios del pc, cerca l’opzione wake on lan (o simile) e attivala.

il tutto funziona solo se il sistema viene spento correttamente, in caso contrario (ad esempio staccando la spina), è necessario riaccendere il PC a mano.
E’ possibile ovviare a questo inconveniente impostando nel BIOS, solitamente nella sezione Power Management , l’opzione “State After Power Failure” a “Power On” (il PC si accenderà dopo la mancanza di corrente).

1.b Attivare il WOL in mint/ubuntu

Possiamo usare ethtool:

sudo ethtool -s eth0 wol g

Dove eth0 è l’interfaccia (sostituitela con la vostra) e con “g” abilitiamo il Wake On Lan all’arrivo di un Magic Packet. Possiamo scegliere tra diverse opzioni tra le quali c’è anche la possibilità di usare una password. Per una lista completa: man ethtool. Ci conviene creare uno script per non dover ridare il comando ad ogni avvio del sistema:

gksudo /etc/init.d/WOL.sh

scriviamoci le seguenti linee e salviamo:

#!/bin/bash
ethtool -s eth0 wol g
exit

per fare in modo che venga eseguito ad ogni avvio:

sudo chmod a+x /etc/init.d/WOL.sh
sudo update-rc.d WOL.sh defaults

c) Programmi per attuare il wake on lan (mint e win)

Su mint/ubuntu si può usare Wakeonlan (sudo apt-get wakeonlan), che è da riga di comando:

wakeonlan -i 192.168.1.255 01:02:03:04:05:06

oppure, se volete usare una porta diversa da quella standard (la 9), aggiungete l’opzione “-p”:

wakeonlan -i 192.168.1.255 -p 1234 01:02:03:04:05:06

L’indirizzo MAC deve essere quello della scheda di rete del pc da accendere, l’indirizzo ip quello pubblico del modem/router cui tale pc è connesso. Possiamo ottenere il mac dando (ovviamente sul pc da accendere):

ifconfig eth0

e guardando alla voce HWaddr.

L’indirizzo pubblico modem/router si può ottenere andando su www.indirizzo-ip.com oppure utilizzando, da riga di comando, cURL (sudo apt-get install curl):

curl http://whatismyip.org/

da windows usate AMD Magic Packet oppure Depicus (non ho trovato nulla che fosse software libero).

d) Router e port forwarding

Se il computer da accendere si trova dietro un router, c’è bisogno di aprire la porta del servizio di wake on lan, e fare in modo che il magic packet venga indirizzato al computer da accendere. Andate nelle impostazioni del router e cercate la sezione di port forwarding, scegliete come porta interna ed esterna la 9 (oppure quella da voi impostata per wakeonlan), il protocollo (UDP) e l’indirizzo ip privato. Si può dare, come indirizzo privato, l’ip del pc da accendere (richiede che impostiate ip statico), oppure provare con l’indirizzo di broadcast 255.255.255.255, anche se non so come a computer spento l’ip possa avere senso, ma forse ce l’ha (scoprirlo).

2) Configurare il controllo remoto


a)  Impostazioni sul pc da controllare

Nel pc da controllare vai nel centro di controllo di mint e clicca su “Desktop remoto” ( da terminale: vino-preferences & ) e attiva la connessione con le varie opzioni.

b) Router e port forwarding

Se l’applicazione ti dice che il computer è raggiungibile solo in locale, probabilmente sei dietro un router, e devi fare il port forwarding. Nel pannello delle impostazioni del router (solitamente accessibile via browser all’indirizzo 192.168.1.1) devi raggiungere la scheda per il port forwarding e impostare i parametri così:

Porta pubblica: 5900
Porta locale: 5900
Ip locale: indirizzo locale del pc (è di grande importanza assegnare l’ip locale al pc da controllare col metodo statico e non con Dhcp!)
Protocollo: TCP

Se tutto è configurato bene, l’applicazione per configurare il desktop remoto indicherà l’ip pubblico da cui è raggiungibile il pc.

c) Connettersi dal computer controllore (mint e win)

Per connetterci, sul pc “controllore” apriamo il terminale e digitiamo:

vncviewer INDIRIZZO_IP_DEL_CONTROLLATO

e dovrebbe andare. Se il pc controllore ha windows, usate il programma TightVNC sul pc controllore per connettervi.


3) Soluzioni al problema dell’ip dinamico del router
a) Il servizio Dydns
b) Impostazioni sul router

Riferimenti:
http://www.howtoforge.com/configure-remote-access-to-your-ubuntu-desktop
http://www.tuxmind.altervista.org/?p=412